Videosorveglianza negli esercizi commerciali: tempi di conservazione delle immagini registrate presso boutique / by Roberta Bianchi

Bulgari Italia S.p.A. ha formulato un'istanza di verifica preliminare (ai sensi dell’art. 17 del Codice) al fine di poter conservare per 1 anno – anziché per i 7 giorni previsti dal provvedimento in materia di videosorveglianza dell'8 aprile 2010 – le immagini registrate attraverso i sistemi di videosorveglianza installati presso le proprie boutique.

A fondamento dell’istanza è stato posto il fatto che il processo organizzativo aziendale prevede che in ogni punto vendita venga riscontrata l'effettiva consistenza dello stock dei prodotti presenti attraverso un'attività inventariale da effettuarsi con cadenza semestrale; tale monitoraggio permetterebbe di constatare ammanchi di beni, e di conseguenza eventuali attività criminose, solo a distanza di molti mesi.

In ragione di ciò, Bulgari, nel valutare i necessari miglioramenti da apportare nel campo della sicurezza delle proprie strutture, ha rilevato che le attuali modalità di videosorveglianza - indispensabile per la protezione del personale e dei beni presenti nelle singole boutique - risulterebbero inadeguate, in quanto la conservazione delle immagini per soli 7 giorni precluderebbe l'accertamento delle cause dei possibili ammanchi o dei furti, soprattutto in considerazione delle peculiari caratteristiche dei prodotti, con conseguente impossibilità per le Forze dell'ordine di acquisire elementi utili per individuare i responsabili.

Ad avviso del Garante, la richiesta della società merita essere accolta, almeno in modo parziale.

In particolare, la richiesta di allungamento dei tempi di conservazione delle immagini registrate presso le strutture trova la propria giustificazione in obiettive esigenze di tutela del patrimonio aziendale e nel legittimo interesse del titolare a prevenire o a far perseguire possibili illeciti posti in essere a danno della Società, dei suoi dipendenti e dei clienti.

Per questo motivo il Garante, a conclusione della verifica preliminare, ammette la conservazione fino a 7 mesi di tutte le immagini registrate da Bulgari Italia S.p.A. mediante gli impianti di videosorveglianza attualmente in uso presso le proprie boutique, al solo fine dell'accertamento di eventuali illeciti e dell'individuazione, da parte dell'Autorità giudiziaria, dei possibili responsabili.

Fonte: Garante della Privacy